Dirigente Scolastico

prof. Luigi Melpignano

Rendicontazione Sociale

Inclusione

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Scuola-Lavoro

Collaboriamo con...

GDPR-Privacy

Amm. Trasparente

Newsletter

R.S.U. - Bacheca

Link Utili

La tutela e la conservazione delle risorse marine richiamate dall’obiettivo 14 dell’Agenda 2030 è stato lo scenario che, quest’anno scolastico, ha favorito molteplici incontri, conoscenze e approfondimenti in materia ambientale ma soprattutto ha permesso diverse riflessioni sui cambiamenti climatici, che il nostro pianeta e i nostri mari stanno attraversando. E’ in occasione di tale percorso progettuale che l’IISS G. Ferraris, particolarmente attento ai temi riguardanti la sostenibilità ambientale, non ha esitato ad aprire le sue porte all’Ente Arpa Puglia che, con il suo intervento scientifico, ha arricchito le attività del PCTO, ”Obiettivo: risorse ambientali-sostenibili”, che gli alunni delle classi 3^A Bio e 4^A Bio hanno seguito per l’acquisizione delle competenze professionalizzanti. “Le emergenze da fioriture algali nei mari della Puglia: il caso della specie potenzialmente tossica Ostreopsis ovata” è stato l’argomento della videoconferenza tenutasi presso il nostro istituto, curata dal Dr. Ungaro Nicola, direttore U.O.C. Ambienti Naturali e del Centro Regionale Mare e introdotta dall’Avv. Vito Bruno, Direttore Generale Arpa Puglia. A coordinare i vari momenti dell’incontro sono state le docenti Laraspata Elena, moderatrice degli interventi effettuati dai relatori nonché dagli alunni, e Altomare Brigida docente tutor del già citato PCTO. L’incontro è stato aperto dall’avv. Bruno Vito che, dopo aver espresso il rituale saluto rivolto al Dirigente scolastico, prof. Luigi Melpignano e alla comunità tutta, ha presentato l’Ente Arpa Puglia e le attività di prevenzione ambientale di cui si occupa. Interessante è stato conoscere l’ambiente e le sue matrici come grande volano teso a favorire un’economia sana per dare spinta a un greenjob che si sta diffondendo e sta dando opportunità di crescita individuale. L’apporto scientifico nonché specialistico è stato, di seguito, fornito dal prezioso intervento del Dr Ungaro che ha evidenziato  l’importanza delle fioriture algali, specificità presenti nei nostri mari, e in particolar modo del caso Ostreopsis ovata più conosciuta come alga potenzialmente tossica che ogni estate rappresenta una criticità e necessita di continui monitoraggi e analisi. Significative e stimolanti sono state le conoscenze fornite, non solo sulle diverse tipologie di alghe ma soprattutto sugli effetti ambientali delle fioriture microalgali suscitando, così, curiosità e conseguenti interventi mirati a chiarimenti e approfondimenti da parte degli alunni. Le considerazioni emerse hanno dimostrato che vera linfa vitale nel settore chimico, biologico e anche ingegneristico ambientale, è il sapere e la ricerca scientifica che diventano strumenti fondamentali e imprescindibili per realizzare una reale prevenzione e condurre in un porto sicuro qualsiasi navigante.